Il m5s denuncia: il sindaco Brambatti e l’assessore Fortuna, stanno operando per far morire il mercato degli ambulanti a Fermo

Il M5S ha incontrato gli ambulanti che ancora frequentano l’ex cambpo Boario e ha trovato una grande sfiducia a proseguire l’attività in quell’area non adatta a questa attività e nella quale i cittadini si vedono sempre meno. Il rischio più grande, che il Movimento 5 Stelle aveva già evidenziato e che gli ambulanti hanno confermato, è il progressivo esaurirsi del mercato, lasciando priva la Città di un’impotante forma di vita all’aperto.

L’incontro, tenutosi mercoledì 24 luglio tra l’assessore Fortuna e gli ambulanti, chiamato “comitato tecnico” in realtà si è rivelato esclusivamente una comunicazione dell’assessore della decisione da lui già presa di far tornare gli ambulanti in paizza del popolo e lungo la strada nuova non prima del 31 di Agosto.

Con questa decisione l’assessore ha smentito ciò che il Sindaco Barmbatti la mattina dello stesso giorno aveva ripetutamente dichiarato alla delegazione del Movimento 5 Stelle, cioè che il mercato sarebbe tornato operativo in Piazza il giorno 24 agosto.

 

Ciò dimostra che il Sindaco Brambatti non ha nessuna autorevelezza ed autonomia decisionale e che si limita ad assecondare ciò che decide l’Assessore Fortuna, ignorando aspetti importanti come l’allontanamento degli ambulanti da Fermo e la soppressione del servizio navetta del sabato mattina, cosa che danneggia i commercianti del centro.

Pertanto il Movimento 5 Stelle contesta fortemente gli articoli apparsi sugli organi di informazione venerdì 26 luglio, nei quali la sig.ra Brambatti definiva fantasionse le dichiarazioni del Movimento, che non facevano altro che ripetere ciò che il sindaco aveva dichiarato, ossia il ritorno del mercato, il 24 agosto, in Piazza del Popolo.

“Purtroppo” -ha dichiarato il portavoce del Movimento 5 Stelle di Fermo, Mauro Alessandrini- “siamo al cospetto di una giunta comunale e di un sindaco incapaci di affrontare il problema del rapporto tra mercato e Città” inoltre, -ha concluso Alessandrini- “non avendo accettato la proposta del Movimento 5 Stelle di riportare il mercato il 17 agosto in piazza, libera di qualunque altra iniziativa, il sindaco rischia di far perdere completamente alla Città un Mercato che si va assottigliando di settimana in settimana. Una responsabilità enorme di cui dovrà rendere conto ai cittadini”