simbolo movimento

Comunicato stampa Movimento 5 Stelle Fermo 31-08-13

simbolo movimento
Questa mattina una delegazione del Movimento 5 Stelle è tornata a  monitorare  il centro della città, per verificare l’impatto della presenza del mercato degli ambulanti. Oltre 50 gli ambulanti operativi, venti in più di quelli che si sono recati il 24/08 all’ex Campo Boario.
Finalmente riaperta la gelateria in piazza del Popolo. Nonostante questo sia l’ultimo sabato del mese, i cittadini si sono recati nelle bancarelle e nei negozi della piazza, dove è stato registrato un deciso aumento degli incassi rispetto all’ultimo sabato senza mercato.
Un effetto particolare si  è avuto nella strada nuova, dove il nuovo arredo è stato ripagato, da quella vivacità che c’era quando il mercato interessava anche quella via.
Soddisfazione negli occhi e nelle parole degli ambulanti, dei commercianti e dei cittadini per un centro che riprende a vivere <<abbiamo ottenuto un importante risultato per la città – ha dichiarato il portavoce del Movimento 5 Stelle – che torna a vivere 15 giorni prima, di quando era previsto nella prima delibera comunale>>.
<<Se avessimo aspettato altri 15 giorni a riportare il mercato nel centro –  ha proseguito Marco Mochi – avremmo perduto diversi ambulanti, che si rifiutavano di recarsi al Campo Boario, dove non hanno mai avuto lavoro>>.
<<Ora – afferma il Movimento-  l’assessore Fortuna per completare l’opera deve accorpare l’intero mercato nel centro, facendoci tornare i sei ambulanti che vendono frutta e i due dei fiori, per creare una più forte sinergia tra ambulanti e commercianti, e dare un unico punto di riferimento ai cittadini nel centro della città per il mercato del sabato>>
 
Segue  la posizione del Movimento riguardo  al Bilancio in discussione in Consiglio Comunale:
 
<<Abbiamo assistito, negli ultimi consigli comunali, ad una maggioranza sempre più divisa al suo interno e ciò complica enormemente il governo della città. Nello stesso tempo, abbiamo constatato che una raffica di aumenti, dalla raccolta di rifiuti  fino ai servizi scolastici, una volta deliberati, andranno a colpire le famiglie, senza escludere quelle meno abbienti. 
Tutto questo non fa altro che aggravare le condizioni di vita delle famiglie in una situazione economica del paese in cui non si intravede una via di uscita dalla profonda crisi che colpisce il paese>>