simbolo movimento

CINQUE STELLE FERMO, NO ALLA CAMERA A GAS A CAMPIGLIONE!

simbolo movimentoSi riparte da capo con la VIA……….sottolineamo DA CAPO! Il Movimento 5 Stelle di Fermo chiede con forza che la Provincia riattivi tutte quelle che sono le procedure, le perizie, le valutazioni necessarie, e ogni possibile intervento di amministrazioni terze, che portarono all’esito negativo delle due precedenti VIA, così come ha promesso Cesetti nell’intervista di ieri a Radio Fermo Uno, che sembra aver iniziato così la sua campagna elettorale.

 

Vogliamo una VIA senza omissioni e contraddizioni che lascino ancora il fianco a possibili ricorsi da parte di Power Crop, vogliamo una soluzione definitiva ed inoppugnabile per i cittadini che sono stati costretti in tutti questi anni a convivere con l’incubo della realizzazione della centrale a biomasse, e vogliamo che non si badi a spese per riattivare la centralina di controllo spenta ormai da anni.

Noi del M5S ribadiamo la nostra ben salda contrarietà alla costruzione di questa nefasta centrale e continueremo a batterci e ad essere vigili e presenti affinché le istituzioni coinvolte facciano bene la loro parte, poiché non siamo affatto certi che, in base alla legge di stabilità del governo Renzi, non venga nominato un commissario ad ACTA che tolga di mano il tutto alla provincia.

Per questo motivo abbiamo presentato al Comune di Fermo già nel mese di luglio 2014 una richiesta per l’adozione della VIS (Valutazione di Impatto Sanitario), che fornirebbe al Sindaco una ulteriore quanto decisiva arma di tutela della salute dei cittadini, contro la pretesa di costruire un impianto le cui emissioni potrebbero essere altamente nocive per gli abitanti di tutto il territorio provinciale.

Le energie rinnovabili non sono quelle che i partiti, PD in testa, hanno stabilito per legge. Il Movimento 5 Stelle non ha dubbi sulle mosse da fare per garantire la salute e la sicurezza dei fermani.

Edmondo Lanteri

portavoce Meetup 5 stelle di Fermo