Partiamo dall’Ete – Incontro con Mercorelli

 Oggi il candidato presidente 5 Stelle alla Regione, Gian Mario Mercorelli, si è incontrato con il candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle di Fermo, Stefano Fortuna. Il motivo di questo incontro era quello di portare a conoscenza Mercorelli della drammatica situazione del Torrente Ete Vivo.

Una situazione già più volte segnalata dal gruppo di Fermo e dai gruppi locali che, per fortuna, negli ultimi anni, grazie soprattutto all’assenza di precipitazioni consistenti, è sembrata sotto controllo.

Tuttavia noi ricordiamo perfettamente ciò che è successo solo 3 anni fa in cui parte della carreggiata della valdete è stata inghiottita dalle bizze del torrente. A seguito di quell’evento ci siamo mossi per sollecitare degli interventi strutturali. In quell’anno sono stati stanziati dei fondi per un progetto di lotta al dissesto idrogeologico. Prontamente ci siamo adoperati per visionare il progetto e farlo valutare ai cittadini e ai frontalieri che hanno in questi anni subito la maggior parte dei danni. Quel progetto doveva essere pronto in pochissimo tempo, sono stati spesi i soldi per la raccolta dati e la preparazione degli interventi ma i lavori non sono ancora iniziati. Alle nostre richieste è stato risposto che il progetto doveva essere approvato in Regione per poi essere reso pubblico. Nel frattempo sono trascorsi tre anni e non se ne sa nulla. La nostra preoccupazione è che possa verificarsi una stagione particolarmente piovosa o, magari a primavera, un rapido disgelo come quello del 2017 che possa causare danni sia agli agricoltori frontalieri sia alle tante aziende che sono a ridosso del fiume.

Abbiamo portato Mercorelli sul ponte dell’Ete, poiché anche questa struttura sta venendo trascurata, in particolare lo spostamento del torrente verso l’ultimo pilone lato Monterubbiano lo sta mettendo a rischio. Durante la nostra passeggiata abbiamo potuto notare la quantità di tronchi presenti sul letto del torrente e ci siamo chiesti quale sarebbe l’esito di eventuali forti piogge. A conclusione dell’incontro ci siamo spostati in Piazza del Popolo e abbiamo portato Mercorelli a visitare la sala del mappamondo. Gian Mario è rimasto molto colpito dalla bellezza della piazza, ha potuto apprezzare il Rubens e il mappamondo, ha visitato inoltre le sale del comune vecchio in particolare ci ha invidiato la sala del Consiglio Comunale, che anche noi speriamo possa tornare ad essere usata presto.

Dopo i saluti di rito è ripartito verso gli impegni della sua campagna elettorale per la quale gli facciamo i migliori auguri.